1 risposta

  1. Bob Ricco
    12 agosto 2014

    Spero che vorrete perdonare la mia sincerità nel commentare questo articolo. Molte volte leggo cose inesatte che fanno capire che non si conosce affatto l’argomento e questa volta non sono riuscito a trattenermi a dire la mia anche perche si continuano a diffondere informazioni errate che contribuiscono a rendere sempre più ignoranti i golfisti italiani.
    Commenterò solo alcuni punti che più degli altri mettono in evidenza la mancanza di conoscenza dell’argomento di chi ha scritto l’articolo.
    Nell’articolo si dice : ” i ferri classici sono quelli a lama, conosciuti come blade, che permettono di lavorare bene la palla,”. Non è assolutamente vero che i ferri a lama consentono di lavorare meglio la palla, da questo punto di vista sono esattamente come gli altri. Eseguire un fade o un draw o qualunque altra manipolazione della traiettoria, dipende unicamente da come la palla viene approcciata dalla testa del bastone, dalla posizione della palla, dal path della testa del bastone, dall’angolazione della faccia del bastone. La forma della testa non ha alcuna influenza. I ferri a lama sono preferiti perchè restituiscono un feeling migliore all’impatto, quindi consentono di migliorare attraverso un accurato feed back, per contro sono più difficili come giustamente evidenzia l’articolo.
    L’altro aspetto che vorrei evidenziare è il sweet spot che nell’articolo denota una mancanza di conoscenza di cosa esso sia: In brevissimo, il sweet spot è legato ai centri di gravita CdG della testa del bastone e della palla ed alla traiettoria ottimale e centrata che la testa del bastone dovrebbe compiere per avvicinare la palla durante il colpo, Qundi non può che essere un punto preciso sulla testa e non puo essere ampliato a piacimento agendo sulla costruzione della testa del bastone. Quindi è assolutamente sbalgliato asserire che nei ferri con testa ” semi-blade……….. lo sweet-spot è più ampio ” come scritto nell’articolo. Lo sweet spot è e rimane un punto singolo sulla faccia del bastone e non può essere ampliato da nessun intervento costruttivo o tecnologico.
    Mi scuso per la brevità delle spiegazioni Spero di non aver indispettito molto colui che ha scritto l’articolo, ma anzi, mi auguro di aver alimentato in lui il sacro fuoco di migliorare la propria conoscenza al fine di metterla a disposizione di molti, soprattutto neofiti, ma in maniera corretta ed approfondita. grazie per l’attenzione. Bob

Rispondi

 

 

 

Torna su
cellulare pc desktop